Utilizziamo i cookie per agevolare l’accesso ai contenuti del nostro sito web. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Informativa sui Cookie.
Continuando a navigare su questo sito web o cliccando sul tasto 'OK' si accetta l'utilizzo dei cookie.
ok Informativa
 
 
 
Stampa

Manutenzione

La manutenzione

Il mantenimento dell’efficienza delle infrastrutture autostradali (opere d’arte, fabbricati, impianti segnaletici, impianti di illuminazione, pavimentazione, barriere metalliche, protezioni anti caduta, ecc) è condizione essenziale per garantire i più elevati standard di sicurezza e confort durante il viaggio; a tal fine, personale specializzato pianifica annualmente puntuali controlli e verifiche propedeutici agli interventi di manutenzione programmata per garantire la piena funzionalità delle suddette infrastrutture.

Quotidianamente il personale addetto alla Manutenzione e gli Ausiliari della Viabilità, personale appositamente formato, monitora lo stato delle infrastrutture, delle pertinenze e degli impianti della rete autostradale in concessione; controlli specifici e interventi di manutenzione ordinaria sono assicurati da una programmazione costantemente aggiornata.

Gli interventi di messa in sicurezza e di riparazione, a seguito di eventi accidentali, sono tempestivamente eseguiti dal personale addetto alla Manutenzione ed all’occorrenza con l’ausilio di squadre di sicurezza e viabilità.

Gli interventi di ripristino e di manutenzione vengono eseguiti con modalità ed orari prestabiliti, tali da ridurre i disagi alla circolazione.


La manutenzione invernale

La rete autostradale ATIVA attraversa un territorio pedemontano caratterizzato, nel periodo invernale, da un clima tipicamente continentale e da eventi meteorologici difficili da prevedere; la rilevanza della rete  ATIVA come via di collegamento, sia per la viabilità locale sia per i collegamenti transalpini, rende imprescindibile il mantenimento delle condizioni di transitabilità anche con condizioni meteorologiche avverse.

In tale contesto ATIVA predispone, dal 1° novembre al 31 marzo di ogni anno, il servizio di manutenzione invernale: vengono eseguiti interventi di prevenzione brina e ghiaccio e di sgombero neve, utilizzando idonee attrezzature secondo procedure prestabilite. I trattamenti preventivi consistono nello spargimento di fondenti, quali cloruro di calcio o di sodio. I depositi dei fondenti, nonché le attrezzature utilizzate per il loro spargimento e i mezzi di sgombero neve, sono ubicati nei centri di manutenzione invernale.

Gli Ausiliari della Viabilità, durante le operazioni di pattugliamento, inviano alla Sala Radio informazioni relative ai dati climatici rilevati attraverso sensori di temperatura e umidità installati sui mezzi in pattugliamento. I responsabili del servizio invernale  analizzano tutti i fattori che concorrono a definire la necessità di intervento e, quando necessario, effettuano tale attività.

ATIVA sta sviluppando una rete integrata di stazioni meteorologiche e sensori dello stato della pavimentazione, utili per coordinare gli interventi di manutenzione invernale.

Ad oggi sono installate otto stazioni meteorologiche alimentate ad energia elettrica o con pannelli eolico-solari.

Le stazioni rilevano:

  • la precipitazione (tipo, intensità);
  • l’umidità relativa;
  • la temperatura dell’aria;
  • la direzione e la velocità del vento;
  • la radiazione solare;
  • la temperatura del suolo;
  • la conduttività elettrica dello strato liquido presente sulla sonda al suolo.
  • la possibilità  di prevedere il punto di congelamento della pavimentazione stradale.

I parametri rilevati in tempo reale e trasmessi alla Sala Radio ed ai responsabili del servizio costituiscono la base conoscitiva fondamentale per l’organizzazione degli interventi manutentivi, in particolare per quanto concerne i trattamenti di prevenzione controghiaccio.

Nei prossimi anni è prevista l’installazione di ulteriori stazioni meteorologiche per coprire i punti della rete autostradale ritenuti critici.

 

Clicca qui per visualizzare i contenuti sulla mappa