Mancato pagamento – FAQ

1) Termini di pagamento ed oneri di accertamento

Il mancato pagamento può essere pagato senza aggravio di spese entro 15gg dalla data di emissione. Trascorso tale periodo l’importo sarà maggiorato degli oneri di accertamento (Art. 176/11 bis C.d.S.). Il mancato versamento di quanto dovuto comporterà il recupero forzoso del credito con il conseguente aggravio delle spese a carico del debitore (art. 373 Regolamento al Codice della Strada). I relativi atti potranno essere trasmessi alla Polizia Stradale per la conseguente contestazione delle sanzioni amministrative di cui all’art. 176, comma 11° e 21°, del Codice della Strada per l’accertata violazione dell’obbligo di pagamento del pedaggio autostradale (che prevede il pagamento di una somma da € 87,00 ad € 345,00 e la decurtazione di 2 punti dalla patente di guida dell’effettivo trasgressore).

2) Come pagare un rapporto di mancato pagamento del pedaggio?

Il rapporto di mancato pagamento può essere pagato con una delle seguenti modalità:

  • online (senza alcuna maggiorazione di spesa) utilizzando le seguenti carte di credito : Visa e MasterCard;
  • presso tutti gli Uffici Postali tramite versamento dell’importo dovuto sul c/c: 30230106 intestato ad ATIVA S.p.A. Strada della Cebrosa 86 – 10156 TORINO indicando nella causale di pagamento, la targa e/o il numero del mancato pagamento;
  • tramite Bonifico – CODICE IBAN: IT 51 Y 07601 01000 000030230106 – CODICE SWIFT: BPPIITRRXXX;
  • presso il Centro Servizi – Punto Blu ATIVA di Settimo T.se – Barriera Autostradale di Settimo Torinese – Autostrada Torino – Aosta – A5 (previa prenotazione telefonica al n. 011/3814422 unicamente il venerdì dalle 8:15 alle 13:45 );
  • presso un esattore che gestisce una porta manuale dei caselli autostradali della rete ATIVA e delle seguenti società : SATAP (A4 Torino-Milano; A21 Torino-Piacenza), SALT (A12 Sestri Levante-Livorno; A15 La Spezia – Parma), SAV (A5 Quincinetto – Aosta), ADF (A10 Savona – Ventimiglia; A6 Torino – Savona), ASTI-CUNEO (A33 Asti – Cuneo), AUTOVIA PADANA (A21 Piacenza – Brescia), SITAF (A32 Torino – Bardonecchia) (entro e non oltre 15 giorni dalla data del transito).

3) Come richiedere l'addebito in fattura Telepass o su Viacard di conto corrente del mancato pagamento?

Per i titolari di contratto di telepedaggio europeo esclusivamente tramite il proprio Service Provider entro i termini previsti dalla relativa contrattazione. L’addebito sarà ammesso solo se richiesto entro i termini e solo se il transito sia avvenuto in una porta abilitata al Telepedaggio Europeo

Per i titolari di contratto Telepass entro 15 giorni dalla data del transito, solo ed esclusivamente se alla data del transito era attivo un contratto Telepass regolare, se le targhe erano correttamente associate ad all’apparato, se il transito sia avvenuto in una pista dedicata telepass, è possibile richiedere l’inserimento in fattura inviando la richiesta attraverso il Modulo online.

4) Cosa fare se il mancato pagamento è già stato saldato?

Se ha ricevuto una lettera di sollecito per un mancato pagamento e ritiene di averlo già saldato, la invitiamo a verificare che il numero del mancato pagamento oggetto del sollecito, corrisponda a quello riportato sulla ricevuta di pagamento in suo possesso. In caso di incongruenza è necessario procedere al pagamento. Diversamente può dimostrare di aver già assolto al pagamento del pedaggio compilando il Modulo online, allegando la scansione/copia dell’avvenuto pagamento.

5) Come procedere se alla data del transito il veicolo fosse stato venduto o locato?

Deve compilare il Modulo online indicando il nominativo al quale rinotificare il sollecito di pagamento.

6) Come procedere se alla data del transito il veicolo era stato oggetto di furto/perdita di possesso?

Deve inviare copia della denuncia presentata presso le Autorità giudiziarie competenti attraverso il Modulo online e la registrazione della perdita di possesso presentata alla Motorizzazione Civile.

7) Come richiedere una verifica in riferimento ad un transito non effettuato?

Per richiedere una verifica in riferimento al veicolo oggetto di mancato pagamento, contestando il transito non effettuato, può inviare richiesta attraverso il Modulo online.

8) Come ridefinire la stazione di entrata in caso di smarrimento del biglietto o mancato rilevamento del Telepass?

Deve inviare la documentazione che attesti il casello di entrata o autocertificare la stazione di ingresso attraverso il Modulo online. Ativa S.p.A. si riserva la facoltà di effettuare controlli sulla veridicità di quanto dichiarato.

9) Come conoscere l'estratto conto della propria situazione debitoria riferita a mancati pagamenti del pedaggio sulla rete Ativa?

Per conoscere l’estratto conto della situazione debitoria riferita a mancati pagamenti del pedaggio relativi ad uno o più veicoli di Sua proprietà può inviare apposita richiesta attraverso Modulo online, allegando un Suo documento di identità valido e copia del libretto del veicolo.

10) Come mai, pur essendo un abbonato alla Tangenziale di Torino, ho ricevuto un sollecito di pagamento per un transito che non è rientrato in abbonamento?

In caso di passaggio in una pista non dedicata al telepedaggio ovvero in caso di transito di una pista abilitata ma senza apparato a bordo del mezzo o non correttamente posizionato, il transito genererà un mancato pagamento e non rientrerà nella quota forfettaria di abbonamento. Si precisa che il reiterarsi di transiti in pista telepedaggio della targa senza apparato a bordo del mezzo o non correttamente posizionato e quindi non letto dalla pista di esazione potranno comportare la revoca dell’agevolazione come previsto dalle Norme e Condizioni del contratto di abbonamento.

Per il corretto posizionamento dell’apparato vi invitiamo a verificare le condizioni di utilizzo previste sul contratto di Telepedaggio.