La Politica di ATIVA

ATIVA S.p.A., società soggetta alla direzione e al coordinamento di ASTM S.p.A., gestisce in regime di concessione la rete autostradale relativa al Sistema Autostradale Tangenziale di Torino (A55), inclusa la diramazione per Moncalieri e quella per Pinerolo, l’Autostrada Torino – Aosta fino a Quincinetto (A5), il raccordo autostradale Ivrea – Santhià (A4/A5) e quello con la S.S. 11;

E’ inoltre a capo del Gruppo Ativa, che ricomprende anche S.I.CO.GEN. S.r.l., società di costruzioni che si occupa della manutenzione di strade e autostrade, essenzialmente nell’ambito della predetta rete in  concessione.

L’intera rete autostradale gestita da ATIVA S.p.A. insiste su un territorio appartenente prevalentemente a Torino e provincia e, in minima parte, alla provincia di Vercelli.

La Società ha adottato più Sistemi di Gestione, alcuni dei quali certificati, che rinforzano il MOG 231 – Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/01 di ATIVA, optando per una gestione integrata degli stessi: tutti i Sitemi e i Modelli fanno capo allo stesso Rappresentante per la Direzione, che garantisce, attraverso l’operato dei singoli Responsabili dei Sistemi di Getione, dei Rappresentanti dei lavoratori e di un unico Comitato di Sistema, l’efficienza dei Sistemi, l’efficacia documentale e l’ottimizzazione della gestione dei pericoli e il contenimento dei rischi, inclusi quelli ex. D.Lgs. 231/01.

ATIVA, anche sulla base delle valutazioni circa i rischi connessi alle proprie operatività e le relative opportunità emerse a seguito della valutazione del contesto, delle parti interessate rilevanti e delle relative esigenze ed aspettative, definisce annualmente specifici indicatori, periodicamente riesaminati, che consentono di verificare il raggiungimento degli obiettivi e dei traguardi prefissati al fine di garantire il miglioramento continuo delle prestazioni e il mantenimento dei necessari livelli di sicurezza.

ATIVA promuove infatti, a tutti i livelli e nei confronti di tutti i soggetti coinvolti, la diffusione di una cultura della socurezza, intesa come insieme di comportamenti e di modi di pensare ampiamente condivisi all’interno della Società in relazione alla gestione dei rischi legati alle attività aziendali.

Nel perseguire i suddetti scopi, l’Alta Direzione di ATIVA si impegna a dare la massima diffusione:

  • dei contenuti della presente Politica, resa disponibile e pubblicamente accessibile a tutte le parti interessate, inclusi gli utenti della rete autostradale di competenza e i terzi che operano per la Società,
  • dei risultati ottenuti in relazione agli obiettivi a cui la Società tende;
  • del proprio impegno e degli effetti sull’ambiente delle attività gestite e/o controllate nell’ambito del sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS); aspetti questi comunicati ai cittadini e alle parti interessate, tra cui i soggetti economici che operano sul territorio.

Affinché quanto determinato, gestito e  organizzato serva a garantire la sicurezza di persone, asset e infrastrutture, ci impegniamo, in funzione delle cariche ricoperte e congiuntamente ai soggetti da noi delegti, alla definizione di una Politica conforme ai principi definiti dai Sistemi di Gestione adottati, appropriata alla natura, alla dimensione, ai pericoli e ai rischi della Società, ritenendo tale impegno strategico alle finalità perseguite e nell’interesse di tutte le parti interne ed esterne a vario titolo interessate.

Le finalità perseguite attraverso l’adozione, l’implementazione e il mantenimento dei Sistemi di Gestione adottati sono:

  • garantire la conformità alla legislazione vigente, sia essa comunitaria, nazionale o locale, e alle prescrizioni sottoscritte, siano esse contrattuali o riferite alla salute e sicurezza sul lavoro, alla responsabilità sociale, all’ambiente, alla protezione dei dati e dei sistemi informativi, alla qualità, alla sicurezza del traffico stradale e alla gestione e sicurezza della rete in concessione;
  • contribuire, nell’ambito della diffusione di una cultura della sicurezza, a migliorare la consapevolezza del ruolo di ognuno all’interno dell’azienda, al fine di migliorare i livelli di efficacia ed efficienza dei processi, i livelli di sicurezza del traffico e dell’infrastruttura stradale e autostradale, dei luoghi di lavoro e della salute di tutto il personale, le prestazioni ambientali proprie e dei propri fornitori e prestatori esterni, il rispetto dei diritti dei lavoratori e la sicurezza delle informazioni gestite;
  • promuovere, quale elemento cardine della cultura della sicurezza e presupposto per il miglioramento continuo delle prestazioni e per l’innalzamento costante dei livelli di sicurezza, la partecipazione e la consultazione del personale, sia in forma diretta sia attraverso suoi rappresentanti, stimolando la presentazione di suggerimenti e/o segnalazioni, garantendo la tutela dello stesso personale da ogni forma di ritorsione in caso di segnalazione di incidenti, pericoli, rischi e opportunità;
  • dimostrare l’impegno a fornire condizioni di lavoro sicure e salubri per la prevenzione di lesioni e malattie correlate al lavoro, anche attraverso la consultazione e la partecipazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti;
  • assicurare la prevenzione e il contenimento dei rischi, eliminare i pericoli e ridurre progressivamente il numero di non conformità, anomalie, incidenti, morti e lesioni gravi, infortuni, malattie professionali correlati al lavoro, alla gestione della sicurezza della rete in concessione, sia in termini di traffico stradale sia di infrastruttura, ai sistemi di elaborazione e agli aspetti ambientali, derivanti da disinformazione o inefficienze organizzative, riducendone i costi complessivi;
  • ridurre progressivamente gli impatti ambientali connessi all’operatività aziendale, dando riscontro a Utenti, cittadini, autorità e ogni altra parte interessata dell’impegno assunto in tal senso dalla Società e delle proprie prestazioni ambientali;
  • minimizzare i rischi ai quali possono essere esposti lavoratori e terzi nell’ambito della vita lavorativa aziendale e valutare preventivamente i rischi di impatto ambientale derivanti dalle attività svolte e dai materiali utilizzati, al fine di attuare misure necessarie alla prevenzione e riduzione degli stessi;
  • individuare gli eventi che possono potenzialmente costituire dei rischi, anche sulla base degli obiettivi di controllo previsti dai disposti normativi, stimarne il livello e identificare e ponderare le opzioni per il trattamento dei rischi residui;
  • incoraggiare l’adozione delle migliori pratiche e l’applicazione delle più innovative tecnologie disponibili, con l’obiettivo di prevenire non conformità, anomalie, incidenti, morti e lesioni gravi, infortuni e malattie professionali, inquinamento, inefficienze e impatti negativi sull’ambiente e sulla sicurezza in generale e controllare il raggiungimento degli obiettivi e dei traguardi prefissati;
  • scoraggiare e sanzionare, nel rispetto del regolamento disciplinare, ogni comportamento attuato dal personale aziendale, dai collaboratori o dagli amministratori in difformità ai Codici Etici adottati, alle prassi e alle procedure definite; in particolare, non sono tollerate colpe gravi, violazioni intenzionali o atti dolosi;
  • mantenere un dialogo aperto, trasparente e fiduciario con gli Utenti, i cittadini, le autorità e ogni altra parte interessata divulgando informazioni in relazione agli impatti ambientali derivanti dalle attività gestite, dai prodotti e dai servizi erogati;
  • migliorare l’immagine al proprio interno e nei confronti della collettività e delle parti sociali coinvolte nelle attività fulcro della Società, sensibilizzando alle problematiche di sicurezza e ambientali i Clienti e i Fornitori, rendendo note le politiche, i propri obiettivi e traguardi di volta in volta raggiunti.

Affinché ciò si realizzi, ci impegniamo:

  • a garantire la messa a disposizione di tutte le risorse necessarie al perseguimento e all’attuazione delle finalità della presente Politica;
  • a considerare, fin dalla fase di definizione di nuove attività e processi, o nella revisione di quelli già esistenti, elementi essenziali: i fattori umani e gli aspetti di qualità, ambientali, di rispetto e di sicurezza in ogni sua declinazione;
  • a garantire la formazione, l’informazione, l’addestramento e la sensibilizzazione sugli obiettivi definiti e sulle modalità di svolgimento dei propri compiti in efficienza, sicurezza e nel rispetto dell’ambiente, affinché possano assumere le loro responsabilità rispetto ai requisiti dei Sistemi di Gestione adottati e alle prescrizioni applicabili, in relazione ai ruoli ricoperti e consci dei possibili effetti derivanti dal mancato rispetto delle prassi definite;
  • ad assicurare che tutta la struttura aziendale partecipi, secondo le proprie attribuzioni e competenze, al raggiungimento degli obiettivi assegnati, garantendo la disponibilità economica e tecnologica necessaria a tale realizzazione;
  • ad assicurare che i luoghi di lavoro, i materiali, le tecnologie, i metodi operativi, gli aspetti organizzativi e riferiti ai fattori umani siano realizzati conformemente ai principi dei Sistemi di Gestione adottati;
  • a garantire che si faccia fronte con rapidità, efficacia e diligenza a necessità e anomalie emergenti nel corso delle attività lavorative;
  • a promuovere la cooperazione fra le varie risorse aziendali, la consultazione e la partecipazione e il coinvolgimento attivo dei lavoratori e dei loro rappresentanti, la collaborazione con le organizzazioni imprenditoriali e con gli enti esterni preposti;
  • a mettere a disposizione del personale aziendale, degli utenti della rete autostradale e dei terzi canali e modalità comunicative per la segnalazione di ogni evento o circostanza che possa creare pregiudizio alla sicurezza, sia essa afferente ai luoghi di lavoro, al traffico stradale, all’infrastruttura stradale e autostradale, alle persone, all’ambiente o ai dati gestiti;
  • a vigilare sul rispetto di tutte le leggi e i requisiti giuridici applicabili, dei regolamenti vigenti, delle procedure e degli standard aziendali individuati;
  • a garantire che le attività siano gestite con l’obiettivo di prevenire non conformità, anomalie, incidenti, morti e lesioni gravi, infortuni e malattie professionali, impatti negativi sull’ambiente e pregiudizio per l’adeguatezza e le prestazioni delle infrastrutture stradali e autostradali, richiamando il personale aziendale all’attuazione di prassi e comportamenti atti a perseguire gli obiettivi definiti dalla presente Politica.

Per questo chiediamo a tutto il personale, ai visitatori, ai consulenti, ai fornitori esterni di beni e servizi, incluse le consulenze, nonché agli appaltatori/subappaltatori e agli affidatari/subaffidatari e a tutte le parti interessate, il rispetto e l’osservanza delle direttive contenute nei documenti afferenti ai Sistemi di Gestione adottati e in ogni altro documento al quale i Sistemi stessi si riferiscono.

La presente Politica è periodicamente revisionata in funzione dei cambiamenti delle situazioni circostanti, comprese le evoluzioni delle prescrizioni cogenti e volontarie applicabili e tenendo conto del grado di raggiungimento degli obiettivi definiti, nonché in funzione delle variazioni del contesto di riferimento, delle parti interessate rilevanti e delle relative esigenze.

Amministratore Delegato
Accountable Manager
Luigi Cresta
Direttore Area Gestionale
Accountable Manager
Dorotea Elsa Duchi
Direttore Area Operativa
Accountable Manager
Roberto Petrali
Responsabile Ambientale
Safety Manager
Alessio Scopi